Le 7 porte di Norcia, tracce di una storia antica

Uno degli elementi più caratteristici di Norcia sono che corrono tutto intorno al profilo della città, custodendola gelosamente. Mura antiche, che la proteggono da secoli e che il recente terremoto ha solo scalfito ma non piegato. Mura che danno alla cittadina la sua originalissima forma a cuore.

Al loro interno si aprono ben 7 porte, che raccontano moltissimo della storia e della tradizione del nostro borgo. Sette porte che corrispondevano, in passato, ad altrettante “guaite”, ovvero piccoli quartieri. Ognuno con una sua forte identità.  Scopriamole insieme queste 7 porte.

Leggi la storia di Norcia

Porta Romana Norcia

La scritta Vetusta Nursia sull’arco di Porta Romana, una delle sette porte di accesso a Norcia

Sette porte a difesa di Norcia

Porta del Colle

In antichità era la più importante. Si trova nella parte alta di Norcia, dove, secondo le ricostruzioni storiche più accreditate, si trovava l’accampamento della prima comunità nursina.

Porta Ascolana

E’ il nome attuale, perché è la prima che si incontra percorrendo la strada che collega Norcia con Ascoli Piceno. Nell’antichità, però, era detta porta de’ Massari o Porta Pagani. Quest’ultimo nome era dovuto al fatto che da lì si passava per andare a Villa Paganelli, borgo che, secondo la leggenda, è stato fondato da nursini che non vollero convertirsi al cattolicesimo.

Porta Maccarone

Un tempo era detta Porta de’ Carroni, perché facevano il loro ingresso in città i carri più grandi ed ingombranti, specialmente quelli adibiti al trasporto delle pietre.

Porta Patino

E’ la pota che guarda verso il Monte Patino, il rilievo che domina Norcia. Era detta anche Porta Palatina, in virtù della Rocca Palatina, edificata proprio sul suddetto monte.

Vieni in vacanza a Norcia? Abbiamo qualche consiglio da darti

Porta San Giovanni

E’ il suo nome attuale, ma di appellativi, nel corso del tempo, ne ha avuti molti. Per molti anni, ad esempio, fu conosciuta come Porta Ancarano o Porta Castelfranco, perché conduceva proprio verso questi due borghi. In altri periodi storici fu chiamata Porta Valledonna.

Porta Romana

E’ il nome attuale della porta principale, la prima che si incontra provenendo da Roma (se si passa da Spoleto). In passato fu detta anche Porta Ser Luca (in onore di un ricco nursino che abitava nei paraggi), Porta San Leonardo e Porta de’ Scolopi.

Porta Santa Lucia

E’ la porta che si trova nella parte bassa della città. Un tempo si chiamava Narenula, perché guarda verso il fiume Nera. Fu anche detta Delle Piagge.

Il testo “Delle Memorie Storiche di Norcia”, da cui sono tratte le informazioni che avete letto, nomina anche un’ottava Porta, la cosiddetta Porta Molara o Cerescia, che però già nel medioevo era sigillata.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *